stralci a tutto campo

[S]tralci di… 2009

Capire tu non puoi, tu chiamale se vuoi emozioni”. Saluto l’anno che se ne va canticchiando Lucio Battisti (ascolta) e ripensando ai vini che più mi hanno emozionato nel 2009.

Difficile fare una classifica ma ci provo ugualmente!

Spazio ai bianchi

3° posto: Vitovska 2006, Carso D.O.C., Benjamin Zidarich.
Mineralità di polvere di pietra del Carso e grande struttura.

2° posto: Zuani Vigne 2008, Collio D.O.C., Società Agricola Zuani.
Equilibrio ed eleganza da vendere.

1° posto: “2001”, Beneventano Falanghina I.G.T. 2001 – Fontanavecchia.
Mineralità ben oltre l’invecchiamento.

Evvai coi rossi

3° posto: Calidonio 2008, Taburno Piedirosso D.O.C., Ocone – Agricola del Monte.
Armonia e capacità di stare a tavola.

2° posto: Riserva “Montestefano” 1999, Barbaresco D.O.C.G., Produttori del Barbaresco.
Potenza dell’eleganza.

1° posto: “Radici” 1968, Taurasi D.O.C., Mastroberardino.
Una storia a parte! Non fosse altro che questa bottiglia risale ancora ai tempi della DOC.

Cin cin! Con l’augurio di nuove esaltanti ed emozionanti bevute per l’anno che verrà!

Guarda anche qui:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.