stralci a tutto campo

“Qui si ricicla il sughero”: dai una mano al futuro.

Il sughero (dal latino suber, affine al greco syphar, lett. pelle rugosa) è il prezioso tessuto sotto-corteccia degli alberi da sempre utilizzato – in considerazione delle sue ottime proprietà isolanti – per la tappatura di vini pregiati.
Negli ultimi anni ha perso la leadership incontrastata in favore di tappi ricavati da altri materiali (tappi a vite, in plastica, in ceramica…) che consentirebbero – tra la altre cose – di evitare il fastidioso “sentore di tappo“, conseguenza di un fungo che colpisce il sughero e che ha una certa resistenza ai particolari trattamenti di sterilizzazione oggi utilizzati.

Ma può anche essere utilizzato in altri settori. L’associazione di volontariato “A Braccia Aperte” raccoglie i tappi in sughero utilizzati per riciclarli e re-impiegarli poi nella produzione di pannelli isolanti in bio-edilizia (leggi qui ulteriori dettagli).

Un nuovo punto di raccolta è stato istituito presso la Bottega dell’Arte del Vino di Milano (via G. Fara nr. 25). Voi che, come me, amate il buon vino siete avvisati…

Guarda anche qui:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.