etichette dall'italia

Un Lugana (2009) che m’è piaciuto: Cascina Maddalena

Il discorso è venuto fuori tra una chiacchiera e l’altra – e una bottiglia pure 😉 – a casa di Stefano Menti (un breve flash qui): bevendo le garganega di Gambellara s’è finito per parlare del Soave (e anche del trebbiano di Soave) e del Lugana* (e del trebbiano di Lugana). Poi, ripensando alle ultime bevute, è venuto fuori un mi piace unanime sul Lugana di Cascina Maddalena.

Elisa Zordan, Uploaded from the Photobucket iPhone App

Ammetto di aver dovuto ricorrere al sito aziendale (un like convinto 😉 per la pagina di presentazione della famiglia che trovate qui) per dirimere i dubbi sul nome della ragazza nella foto (Elena Zordan**) che indossava quella bella collana di tappi.

Non ho affatto faticato, invece, a riesumare dalla vecchia moleskine le positive sensazioni post-assaggio*** del millesimo 2009, bottiglia che – devo dire – ho ritrovato molto in forma appena qualche mese fa. Un bianco che sembra ricercare un gusto meno sdolcinato, dai profumi eleganti di erbette e frutta polposa, con tratti che più in generale sembrano preannunciare un vino assolutamente non piacione, come poi è, piuttosto netto e sapido al palato.

Vino che viene via a pochi euro, eh!**** 😉 E che, se avessi potuto, avrei gioiosamente accompagnato all’ottima – ma un po’ pesantuccia 😉 – “tinca al forno con polenta” assaggiata sul lago d’Iseo (di cui vi parlerò presto).

Cascina Maddalena
via Maddalena, 21
Lugana di Sirmione (Brescia)
Tel/fax 030/9905139
cell. 338/4139320
info@cascinamaddalena.com

* Nata nel 1967, la denominazione di origine controllata Lugana è la prima riconosciuta in Lombardia. Il disciplinare di produzione prevede l’utilizzo di uve turbiana o trebbiano di Lugana (nome localmente utilizzato per identificare il trebbiano di Soave) e consente anche un saldo (fino a un massimo del 10%) di uve a bacca bianca, purché non aromatiche. Ciò nonostante, oggi i produttori della zona tendono a vinificare in purezza il Lugana. Si tratta di una doc interregionale lombardo-veneta, comprendendo i territori dei comuni di Sirmione, Desenzano, Lonato e Pozzolengo (in provincia di Brescia) e di Peschiera del Garda (in provincia di Verona).

** Spero di non essermi sbagliato 🙂

*** Il primo assaggio risale al marzo 2011: ero ad un banco d’assaggio sul Lugana organizzato da GoWine all’Hotel Westin Palace di Milano. Fu in quella occasione che Elena mi donò la bottiglia riassaggiata di recente.

**** A poco più di 10 europei qui.

Guarda anche qui:

(2) Commenti

  1. Che bravo! sei riuscito a dimenticare la bottiglia per poi riscoprirla poco tempo fà! ottima scelta!! 🙂
    Un Grazie per la Piacevolissima Pagina…
    se ti capita di passare dalla LUGANA sarà un piacere brindare insieme a te con il nostro Lugana 2011!

    Elena Zordan

    1. Grazie dell’invito.
      Se capito da quelle parti faccio un fischio! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.