stralci a tutto campo

A Natale puoi…

Sta per cominciare il cenone di Natale: menù e vini come da tradizione per il pasto più importante dell’anno che si celebra solitamente con la famiglia al completo. Ci sarà mia nonna (96 primavere), non mia zia Carolina, purtroppo. Mancheranno anche l’altro fratello di mio papà e sua moglie che quest’anno sono in Svizzera.

Il presepe volante, Uploaded from the Photobucket iPhone App

Dicevo, tutto come tradizione vuole: l’insalata di rinforzo, gli spaghettoro Verrigni al sugo con le anguille, la zuppa di pesce, le anguille arrostite e il pandoro (noi lo mangiamo sempre alla Vigilia, anche perchè piace a mia nonna).

Da bere, solo Greco di Tufo: quello “base” 2009 di Vadiaperti e il Vigna Cicogna 2007 di Benito Ferrara (al bisogno anche il 2006). Unica eccezione, il moscato Fior d’Arancio Vigna del Pozzo 2008 de Il Mottolo.

Tante belle cose a tutti voi. Buon Natale.

Guarda anche qui:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.