Fulvio Bressan e il Pignol 1984

Quando penso a Fulvio Bressan, prima ancora che ai suoi vini, mi vengono irrimediabilmente in mente due cose. Uno. Che il buon Alessandro Morichetti c’aveva preso: il Fulvione nazionale è una «controfigura mancata dell’A-Team». Un po’ Hannibal (per il sigaro) e un po’ P. E. Baracus (per la stazza), per dire. Guardate qui e ve ne convincerete anche […]

Più bianco non si può (cit): il 2010 di Franco Toros

Della famiglia dei pinot, quello bianco – mi dicono – è probabilmente il più grasso, generalmente sinuoso e opulento. Che poi è la stessa impressione che ho avuto anch’io nei pochi calici che mi sono passati sotto il naso anche se continuo a ignorarne il perché. Approfondirò. Aggiungerei – senza timore, stavolta, di essere smentito – […]

Superwhites 2011: a tutto tocai. Ooops: friulano

Se, per sbaglio, davanti a qualche produttore di quella bella regione bianchista che è il Friuli Venezia Giulia, ti capitasse la “sventura” di dire tocai e non friulano (come, invece, ci è stato imposto dall’Unione Europea), nessuno mai ti rimproverebbe, puoi star tranquillo. Anzi. Se poi la cosa ti capitasse mentre vaghi senza meta tra i banchetti dei produttori presenti a Superwhites, ti […]

I bianchi d’annata e da invecchiamento: ma stiamo davvero facendo cultura del vino?

Chi ha visto l’ultimo film di Antonio Albanese batta un colpo. Pellicola divertente, per carità, anche se – credo – lo siano ancor di più gli sketch di cui l’attore è stato protagonista in alcune trasmissioni televisive (Che tempo che fa, per dire). Qualunquemente è la storia del politico calabrese Cetto La Qualunque che dopo una lunga “vacanza” […]

keep looking »