Ciao, Antoine

Quel poco che conoscevo Antoine Gaita era stato grazie ai suoi vini e a quel fuoriclasse del Vigna della Congregazione, uno dei primi cru di Fiano di Avellino. Avevo saputo da poco, per vie traverse, della sua malattia ed è per questo che la nuova visita a Villa Diamante era saltata. L’ultima volta lì, in contrada Toppole a Montefredane, era maggio 2011. […]

keep looking »