Il futuro della Campania del vino secondo Riccardo Cotarella: falanghina e vini spumanti

L’occasione è stata la presentazione a stampa ed operatori del nuovo corso di Antica Hirpinia, che ha visto la partecipazione del consulente enologo Riccardo Cotarella (nella foto). Durante le degustazione dei vini della cooperativa taurasina, il noto winemaker toscano, che vanta numerose collaborazioni da Nord a Sud, si è soffermato su un paio di aspetti che reputo […]

Aglianico, un’uva in continua ascesa

A proposito di aglianico, leggevo i dati sui principali vitigni coltivati in Italia nel 2015*. Ebbene, la superficie vitata è di poco inferiore ai 10 mila ettari vitati (9.947 ettari), con un aumento esponenziale sul periodo 2010-2015 (+32,7%). Il dato si riferisce a tutte le zone dove l’aglianico è coltivato, e quindi non soltanto alle regioni dei 3 vini a denominazione di maggiore […]

Il Taurasi secondo Cantine Lonardo e Antico Castello

Fa bene al cuore vedere come la passione di Antonella Lonardo e Flavio Castaldo e quella di Chiara e Francesco Romano sia cresciuta nella dimensione del “noi”, con una sinergia di intenti tra le rispettive aziende – Cantine Lonardo (a Taurasi) e Antico Castello (a San Mango sul Calore) – impegnate nel fare qualità in un territorio che ha bisogno (anche) di essere comunicato nel […]

Il Taurasi “Poliphemo” di Luigi Tecce in 6 annate

La “linea dell’eleganza” secondo Luigi Tecce è una retta che, nel mondo del vino, passa solo per alcuni terroir: la Borgogna dei grandi pinot noir, il Piemonte (leggi non-solo-Langhe) dei nebbiolo, la Toscana dei migliori sangiovese (più Chianti Classico che non Montalcino), la Campania con i suoi aglianico di alta collina e l’Etna con i nerello mascalese allevati lungo le sue pendici. La strada che […]

keep looking »