Pizza e Falanghina del Sannio da Sorbillo

Va avanti da oltre un anno, pare con reciproca soddisfazione, il matrimonio tra Gino Sorbillo ed il Consorzio Sannio DOP. Re della pizza (cit.) e volto noto della tv, il primo; l’altro, Consorzio autorizzato alla promozione, valorizzazione, ecc. dei vini del Sannio e, tra questi, la Falanghina del Sannio (che fa registrare un +20% nel primo semestre del 2016). Un […]

Turrumpiso, l’aglianico di Canlibero

Il mio primo incontro con il Turrumpiso, l’aglianico beneventano* di Canlibero, non è stato dei più fortunati. Spero di non sbagliare, me lo fece riassaggiare – si parlava del millesimo 2012, l’annata d’esordio – il bravo Vincenzo Esposito de Il Foro dei Baroni, osteria d’entroterra e avamposto di vini “naturali” a Puglianello. Bastò un bicchiere leggermente più ampio e panciuto perché svanissero le […]

Falanghina, (più che) un’ottima alternativa

Provate la Falanghina invece che il Pinot Grigio. Il consiglio è di Susy Atkins, che sulle pagine del Telegraph, cita anche un vino da uve falanghina tra le alternative autoctone alla “noia” del Pinot Grigio. Lungi dal voler essere «troppo dura con i Pinot Grigio» e riconoscendo, anzi, come ve ne siano alcuni veramente eccellenti (in Friuli Venezia Giulia o in Trentino Alto […]

Falanghina in America? Oh, yes.

Ricapitolando. In Texas c’è aglianico. In California producono vini da barbera (e non solo) e ora – udite udite – fanno anche la Falanghina. Leggo su Wine Spectator che l’azienda produttrice è la Wrath Wines, che possiede vigneti in una delle aree vinicole più vocate della California (Santa Lucia Highlands), dove si coltivano da sempre varietà internazionali come pinot nero, chardonnay e syrah. […]

keep looking »