Pubblicato il 23 Giugno 2015 | Nessun Commento

I bianchi di Fulvio e Imma Cautiero, scappati dalla città per stabilirsi a Frasso Telesino, sono senza dubbiamente (cit.) tra i più interessanti dell’intero panorama vinicolo del Sannio beneventano.

Vorrei, però, segnalarvi – anche se in grosso ritardo rispetto alla mia visita in azienda – il “Donna Candida“, una selezione di uve aglianico provenienti da diversi appezzamenti, rosso “di punta prodotto solo nelle annate più favorevoli*.

 photo 5D4EA95D-4C48-4895-96E7-8A857020A080_zpshayqa7tf.jpg

Bontà del simpaticissimo Fulvio, a gennaio scorso ho potuto assaggiarne anche la prima annata, millesimo 2007**, anche se ho decisamente preferito quella attualmente in commercio (la 2010***), con il floreale di viola più in evidenza ed il frutto croccante (piccoli frutti rossi e, forse, melograno).

Note di merito: la finezza della trama tannica e l’eleganza del sorso, coerente con l’impianto olfattivo e piacevolmente scorrevole, pur se strutturato.

Bene.

Cautiero
Contrada Arbusti, snc – Frasso Telesino (BN)
cell. +39 338 7640641

* Niente 2009, 2012 e 2014. Il 2012 è imbottigliato tutto come Fois Rosso: ve lo consiglierei – se posso – come vino di ottima compagnia a tavola, per di più ad un prezzo ragionevole.

** Affinamento in barrique nuove per 24 mesi.

*** L’affinamento è diversificato: metà della massa in acciaio e metà in legno grande usato.

Guarda anche qui:

Commenti

Lascia un commento