Pubblicato il 5 maggio 2017 | Nessun Commento

Scorrere la timeline di Twitter, anche se non più di frequente come un tempo, è sempre un esercizio interessante per capire quello che succede nel mondo del vino e soprattutto nei posti più lontani da noi.

Così, stamane mi sono imbattuto nella foto sotto. D’accordo, la cosa non è una novità assoluta (già quasi un anno fa L’Espresso scriveva che il vino in lattina è molto diffuso, ad esempio, negli Stati Uniti). Ma io di lattine così non ne avevo mai viste.

Lila Wines

La firma è di Lila Wines, azienda che -leggo sul sito internet-  commercializza «light, refreshing premium wine varietals in a ready-to-chill can» e che nel 2017 ha presentato «your favorite premium wines on the go – no corkscrew required», ovvero un rosé francese, il Pinot Grigio e lo spumante italiani, qui in vendita on line a 15 dollari per confezione da 4.

Il packaging è carino, l’idea in sé è stuzzicante. Vuoi mettere poter prendere due lattine e infilarle nel frigo portatile, portarle in spiaggia e poi stapparle così, al volo. Però, boh.

Voi che ne pensate?

[photo credits @TheWineStalker – via Twitter]

Guarda anche qui:

Commenti

Lascia un commento