Pubblicato il 24 luglio 2018 | 1 Commento

Un titolo più scontato per il post forse non c’era, perché dal nome di questo agripub-birreria-braceria (Fermento, appunto) si intuisce non soltanto la passione brassicola dei due giovani fondatori, ma anche la loro voglia di creare “movimento” a Ceppaloni, il paese di origine di entrambi.

L’apertura risale al marzo di quest’anno, ma al timone oggi, complici le scelte di vita familiare dell’altro socio Francesco, è rimasto il solo Federico Tranfa. Location d’eccezione (si dice così, no!?): il chiostro dell’ex convento francescano del Cinquecento, che è anche sede del Comune.

La passione per la birra artigianale è il motore di un progetto imprenditoriale a tutto tondo, che si nutre soprattutto della voglia di restare nella propria terra e fare sistema per offrire ciò che di bello e di buono c’è tutt’intorno.

E così le bruschette sono con il pane cotto a legna, da farine “Senatore Cappelli” e “Romanella”, dell’Antico Forno Pennino, la salsiccia rossa di Castelpoto della Masseria Maio e il “lattica”, un formaggio fresco probiotico con le sembianze di una crema spalmabile, prodotto dall’azienda agricola Francesco Savoia di Roccabascerana. Le carni per gli hamburger sono di “marchigiana” (aka Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale), il caciocavallo di Castelfranco è quello dell’azienda Troncone, e via dicendo.

Alla spina ci sono almeno una decina di birre artigianali diverse (per esempio, quelle del microbirrificio biellese Elvo) e poi qualche altra proposta in bottiglia, persino con alcune puntatine “acide”, che da queste parti non sono poi così frequenti. Se la Oude Geuze Vieille di Oud Beersel fa il suo, dall’inizio alla fine, la Faro di Lindemans, una birra di frumento a fermentazione spontanea dal gusto agrodolce, si rivela perfetta per accompagnare i dessert, nel mio caso un biscotto sbriciolato bagnato con liquore Strega e poi ricoperto di ricotta di pezzata rossa e amarene.

Meno curiosa sembra essere la carta dei vini, che affianca ai prodotti della Vinicola Barone, con sede proprio a Ceppaloni, qualche altra proposta extraterritoriale. Ma sono cosucce. A Fermento si sta proprio bene ed è una bella novità.

Fermento
Agripub-Birreria-Braceria
piazza Carmine Rossi, Ceppaloni (BN)
T +39  327 002 4381
aperto dal giovedì alla domenica

Guarda anche qui:

Commenti

One Response to “A Ceppaloni c’è… Fermento”

  1. Federico
    luglio 24th, 2018 @ 12:54

    Grazie mille.

Lascia un commento