Pubblicato il 4 Aprile 2016 | Nessun Commento

È di qualche settimana fa la pubblicazione dei risultati della ricerca condotta da BeSharable, tra 3.450 aziende vitivinicole italiane, allo scopo di analizzare il modo in cui viene utilizzata la rete per incrementare il business in Italia e sui mercati esteri. Tra i dati più significativi, quello relativo alla crescita inesorabile dell’e-commerce nel settore vino: «al Nord, si trova la metà delle aziende (rispetto al dato nazionale del 44%) che vende i propri vini online. […] arriviamo, infatti, al 77% sul totale se consideriamo anche le aziende che hanno intenzione di avviare a breve un canale di vendita online. Il 32% di chi ha investito nell’e-commerce lo fa tramite il proprio sito, mentre il restante 68% si affida a siti specializzati nella vendita di vino online».

È di oggi, invece, la notizia del lancio di uno store di vini italiani su Amazon, in collaborazione con Vinitaly Wine Club*, proprio alla vigilia della 50.ma edizione della fiera di Verona.

 photo BDDD7FF5-CF55-4942-90D6-2317C7505490_zpskzfinwxu.jpg

Sono 572 i vini (fin ora?) selezionati, ricercabili innanzitutto per tipologia, regione di provenienza, abbinamenti culinari consigliati, aroma e premi assegnati dalle maggiori guide di settore, ma selezionabili anche per fascia di prezzo. C’è poi la vetrina con i suggerimenti di Vinitaly Wine Club: (ad oggi, Prosecco, i vini del Sud e Lambrusco).

Una curiosità, infine, per quanto riguarda i vini della Campania, che sono 12 in tutto (6 bianchi e 6 rossi), di 8 cantine (3 della provincia di Avellino, 2 di Caserta, 2 di Salerno e 1 di Benevento).

Tra i bianchi, 3 Fiano di Avellino e 1 Greco di Tufo oltre che 1 Fiano e 1 Greco provenienti dal Cilento; assenti, invece, la Falanghina del Sannio e quella dei Campi Flegrei.

Tra i rossi, oltre al Terra di Lavoro di Galardi, ai due vini di Montevetrano e al Vigna Camarato di Villa Matilde, 1 solo Taurasi (quello dei Feudi di San Gregorio) e nessun Aglianico del Taburno, (unica DOCG campana non rappresentata), sebbene dall’areale sannita arrivi, comunque, l’etichetta de I Mille per l’Aglianico de La Guardiense.

* l’e-commerce di Vinitaly.

Guarda anche qui:

Commenti

Lascia un commento